CARITAS

Telefono Caritas Gurone:  353 434  9551
Mail:  
caritas.gurone@gmail.com

https://www.caritasambrosiana.it/

Disegni di Strumenti Costruzione da Colorare   DIAMO LAVORO

    

 

  Stai cercando qualcosa di cui hai bisogno?  Clicca su → RIUSO SOLIDALE


CARITAS PARROCCHIALE DI GURONE
Abbbiamo bisogno di: sapone, saponette, detersivi per piatti e lavatrici, bicarbonato, dentifrici, spazzolini…

SPORTELLO ANANIA

Gentili signori

desideriamo invitarla al convegno annuale dello Sportello Anania dal titolo “Coltivare fiducia per generare accoglienza”, che si terrà sabato 4 febbraio, dalle ore 9.00 alle 12.30, nella sede di Caritas Ambrosiana, in via San Bernardino 4 a Milano.

Abbiamo deciso di riprendere con la modalità in presenza, per recuperare quei legami che in questo lungo periodo di pandemia il vedersi in video ha un po’ allentato.

Vogliamo conoscere, comprendere, approfondire e promuovere gli elementi che orientano verso scelte di apertura, ma anche analizzare gli ostacoli che frenano e chiudono per renderli superabili.

Desideriamo spargere semi di fiducia per “coltivare” quel terreno fertile che genera contesti sociali pronti ad accogliere i più piccoli.

Si iscriva gratuitamente per partecipare al convegno compilando il form:
https://forms.gle/ExcveBW1Fgt3MiU56

Clicchi qui per scaricare il volantino e ricevere ulteriori informazioni.

Speriamo di poterla avere con noi in questo importante appuntamento e la ringraziamo per il contributo che vorrà dare alla diffusione dell’iniziativa, inoltrando questa email alle persone di sua conoscenza che potrebbero essere interessate.

Non esiti a contattarci per qualunque informazione le serva rispondendo a questa mail.

Sportello Anania

Sportello di orientamento all’affido e all’adozione

Via San Bernardino 4 Milano

02.76037343

anania@caritasambrosiana.it

 

 

 

 


GentilI signori,

durante il tradizionale “discorso alla città” in occasione della festività di S. Ambrogio, il nostro Arcivescovo Mons. Mario Delpini ha toccato alcuni temi che come Caritas Ambrosiana ci stanno molto a cuore e che vorremmo condividere con Lei.

Nell’elogio del realismo e della speranza veniamo tutti invitati a riconoscere la vocazione alla fraternità iscritta in ogni vita umana. Solo in questo modo potremo smascherare l’illusione dell’individualismo che rappresenta forse la radice più profonda dell’infelicità del nostro tempo.

Il richiamo alle parole di Papa Francesco nell’enciclica “Fratelli tutti” è un forte segnale di coerenza del pensiero della nostra Chiesa.

L’individualismo non ci rende più liberi, più uguali, più fratelli. La mera somma degli interessi individuali non è in grado di generare un mondo migliore per tutta l’umanità… Ma l’individualismo radicale è il virus più difficile da sconfiggere. Inganna. Ci fa credere che tutto consiste nel dare briglia sciolta alle proprie ambizioni, come se accumulando ambizioni e sicurezze individuali potessimo costruire il bene comune“. (Papa Francesco “Fratelli tutti” – 105).

Siamo tutti chiamati a entrare a far parte di questo principio rivoluzionario del sistema economico che si chiama solidarietà. Ma dobbiamo evitare la solidarietà che si avvicina al paternalismo generoso, si ammanta di ostentata filantropia e che è capace solamente di perpetuare un regime di iniquità e la cronica dipendenza dai privilegiati, dai forti e dai potenti. Ma una solidarietà che trova la propria pienezza attraverso il dono sincero di sé ed è in grado di farci diventare parte attiva della trasformazione del mondo in un mondo giusto.

Speriamo di interpretare in modo corretto le parole del nostro Arcivescovo chiedendole di darci una mano nel prenderci cura degli ultimi, delle famiglie bisognose della nostra terra ambrosiana, di chi non ha voce per chiedere aiuto.

Le vorremmo proporre il nostro ambizioso progetto che abbiamo chiamato “Bolletta sospesa” per sostenere le famiglie che ci chiedono con urgenza un aiuto per riuscire a pagare le utenze domestiche e che rischiano di indebitarsi o di passare un inverno al freddo e al buio.

Con i fondi raccolti non daremo solo dei contributi economici ma lavoreremo per rimuovere le cause della povertà e per formare le famiglie a un consumo più consapevole dell’energia nel pieno stile Caritas volto all’emancipazione dal bisogno.

Se vuole fare un Regalo Solidale offrendo una o più bollette sospese può collegarsi al nostro sito dedicato: https://regalisolidali.caritasambrosiana.it

Grazie per quanto potrà fare per sostenerci nell’aiutare chi ha bisogno.

Luciano Gualzetti

Direttore Caritas Ambrosiana

 

Ps. Se desidera fare un bonifico bancario le coordinate sono: C/C presso la Banca Popolare di Milano, intestato a Caritas Ambrosiana Onlus IBAN: IT82Q0503401647000000064700 – Causale: Regalo Solidale 2022 – Bolletta sospesa.

Per avere maggiori informazioni può chiamare lo 02.40703424. Grazie

 

CARITAS PARROCCHIALE
DI MALNATE E GURONE

 APERTE IL MERCOLEDI DALLE 15,00 ALLE 17,00.

ABBIAMO BISOGNO PER SETTEMBRE DI CANCELLERIA PER SCUOLA MEDIA ED ELEMENTARE: 
ZAINI – ASTUCCI – FORBICI (punte arrotondate) – TEMPERINI –   GOMME – PENNE BIRO – PENNE CANCELLABILI – MATITE – MATITE COLORATE – ALBUM DISEGNO PER SCUOLA MEDIA – RACCOGLITORI AD ANELLI E RISPETTIVI FOGLI.

I MATERIALI POSSONO ESSERE PORTATI IN CHIESA (a Malnate all’altare di S. Antonio o a Gurone nello satolone Caritas in fondo alla chiesa )
RINGRAZIAMO TUTTI PER LA GENEROSITÀ.

Qui i profughi ucraini, ospitati da privati e non da strutture pubbliche o convenzionate , possono richiedere un contributo pari a 300€ per adulto e 150 € per bambino al mese per 3 mesi.

https://contributo-emergenzaucraina.protezionecivile.gov.it/#/registrazione

https://www.chiesadimilano.it/news/chiesa-diocesi/caritas-si-mobilita-a-favore-delle-vittime-del-conflitto-in-ucraina-495990.html

Riuso Solidale é un’iniziativa
per donare oggetti a chi ne ha bisogno.
Per maggiori informazioni clicca qui ⇒https://www.riusosolidale.com/ 

 

FARE UNA DONAZIONE ALLA CARITAS AMBROSIANA

per sostenere gli interventi umanitari in Ucarina

INFORMAZIONI GENERALI PER I CITTADINI UCRAINI

In via generale i cittadini ucraini che arrivano in Lombardia sono invitati a segnalare la propria presenza al Consolato ucraino scrivendo una mail a: milanoconsolato1@gmail.com

La comunicazione deve essere corredata dai dati essenziali (nome, cognome, data di nascita, contatti mail e telefonici, richieste di eventuale soluzione alloggiativa o comunicazione di ospitalità presso strutture, associazioni o familiari).

In questo modo il Consolato potrà avere un quadro completo degli arrivi, raccogliere le necessità e coordinarsi con le istituzioni.

SITUAZIONE LEGALE

·         I cittadini ucraini possono soggiornare in Italia in esenzione visto per 90 giorni per motivi di turismo: i 90 giorni partono dal timbro sul passaporto effettuato alla frontiera italiana o, in alternativa, dalla dichiarazione di presenza che deve essere fatta in commissariato o presso i carabinieri o la polizia municipale. Pertanto i cittadini ucraini che non hanno alcun timbro sul passaporto o hanno un timbro di un altro stato europeo devono presentare la dichiarazione di presenza scaricabile qui.

·         Ieri, 3 marzo 2022, i ministri dell’Interno dell’Unione Europea hanno raggiunto l’accordo per l’applicazione della direttiva sulla protezione temporanea per i profughi ucraini, che consentirà loro di avere un permesso di soggiorno temporaneo di un anno, rinnovabile. Siamo in attesa di indicazioni da parte del governo italiano sulle modalità di richiesta di tale permesso.

·         Dichiarazione di ospitalità: deve essere fatta dalle persone che ospitano cittadini ucraini sempre presso il commissariato, i carabinieri o la polizia municipale, allegando copia dei documenti di identità delle persone ospitate. La dichiarazione è scaricabile qui. 

SITUAZIONE SANITARIA

Siamo in attesa di indicazioni da parte del Ministero della Salute sulle regole anti-Covid previste per i profughi ucraini e sull’organizzazione di un piano sanitario di tamponi e vaccini.

Stante il basso tasso di vaccinazione della popolazione ucraina suggeriamo sia opportuno che le persone quando vengono accolte facciano almeno un tampone antigenico fai da te (acquistabile in farmacia o nei grandi supermercati), soprattutto se accolte in abitazioni con persone anziane e fragili.

Per le vaccinazioni il Commissario Figliulo ha scritto ieri alle Regioni che possono essere effettuate attraverso la generazione del codice STP. In attesa di indicazioni più dettagliate la procedura da utilizzare dovrebbe essere la medesima attualmente utilizzata per le persone che non hanno l’assistenza sanitaria in Italia https://prendersicura.caritasambrosiana.it/procedura-prenotazione-vaccini-per-persone-in-possesso-di-solo-passaporto/

Per avere informazioni su come proseguire o completare un ciclo vaccinale, tempi e riconoscimento dei vaccini praticati in Ucraina potete scrivere a stradusca@caritasambrosiana.it

MINORI

Specifichiamo che per legge i minori ucraini arrivati in Italia possono accedere liberamente al sistema scolastico facendo domanda di inserimento in qualsiasi scuola.

L’ufficio scolastico territoriale è disponibile a lavorare per supportare le famiglie dei minori ucraini arrivati a Milano in un percorso di inserimento scolastico: per segnalare la presenza di minori è possibile scrivere all’indirizzo usp.mi@istruzione.it

 

Se si rileva la presenza di minori senza un parente che ne eserciti la tutela, devono essere segnalati come minori stranieri non accompagnati alle autorità competenti: Tribunale per i Minorenni e Comune di arrivo. 

ACCOGLIENZA

Come Caritas Ambrosiana siamo in contatto con le istituzioni per programmare un’adeguata accoglienza nei territori.

Tenteremo di promuovere un modello di accoglienza che preveda una prima ospitalità in strutture collettive in cui le persone verranno accompagnate da un’equipe educativa per gli aspetti sanitari e burocratici.

Successivamente le Prefetture trasferiranno le persone secondo il modello dell’accoglienza diffusa su tutto il territorio della Diocesi grazie alle numerose disponibilità all’accoglienza ricevute (che valuteremo caso per caso) e tenendo conto dei legami familiari e amicali delle persone accolte.

COME SEGNALARE LE DISPONIBILITA’ ALL’ACCOGLIENZA

Rimane l’indicazione per le parrocchie, gli istituti religiosi e i privati di comunicare la propria disponibilità all’accoglienza mandando una mail a stranieri@caritasambrosiana.it oppure chiamando lo 02.40703424

Nella mail chiediamo di indicare nome e cognome, contatto telefonico, dove si trova l’abitazione, quante persone possono essere ospitate, per quanto tempo ed eventuali costi.

 

 

INDICAZIONI PER LE PARROCCHIE E GLI ISTITUTI RELIGIOSI

Ci metteremo in contatto con le parrocchie e gli istituti religiosi che hanno messo a disposizione spazi per l’accoglienza per inserire questi posti nel sistema di accoglienza istituzionale che stiamo organizzando.

Alle parrocchie e agli istituti religiosi che per situazioni di emergenza hanno già accolto o accoglieranno profughi ucraini chiediamo di segnarlo scrivendo una mail a stranieri@caritasambrosiana.it

 

INDICAZIONI PER CHIEDERE ACCOGLIENZA NEI TERRITORI

Città Metropolitana di MILANO: se venite a conoscenza di persone giunte o in arrivo sul territorio della provincia di Milano che necessitano di accoglienza segnalatelo al Servizio Accoglienza Immigrati scrivendo una mail a sai@caritasambrosiana.it o chiamando lo 0267380261 e comunicando nome, cognome esigenza delle persone.

 

Province di VARESE – LECCO – MONZA-BRIANZA: le rispettive Prefetture sono in queste ore al lavoro per organizzare le accoglienze sul proprio territorio. Seguiranno aggiornamenti specifici. Il Servizio SAI resta comunque a disposizione per raccogliere le richieste di inserimento nel sistema di accoglienza anche per questi territori, al fine di garantire il coordinamento e un accompagnamento diocesano delle segnalazioni.

PER INFORMAZIONI LEGALI

Rimane l’indicazione di contattare il nostro Servizio Accoglienza Immigrati scrivendo una mail a sai@caritasambrosiana.it o chiamando lo 0267380261.

 Cordiali saluti

 Luciano Gualzetti
Direttore Caritas Ambrosiana

 

Lettera del 26 Febbraio 2022

Gentile sig.ra, gentili sig.re

purtroppo quello che si temeva è accaduto: la guerra è tornata ad affliggere il nostro continente. Si susseguono le notizie dell’avanzata dei militari, degli scontri, delle sirene, dei boati…

Quante persone perderanno tutto? Quanti morti e feriti dovremo contare? Quanti saranno costretti a scappare alla ricerca di un rifugio sicuro dove poter immaginare di ricominciare una vita dignitosa?

La guerra non è mai la strada giusta per rispondere alle aspirazioni di giustizia e dignità coltivate dai popoli. Anzi, sono proprio i più deboli che pagano il prezzo più alto delle avventure militari. Caritas vuole stare dalla parte di costoro soccorrendoli, ma anche denunciando che l’uso delle armi non porta alla soluzione dei conflitti.

Attraverso la rete internazionale di Caritas siamo in contatto con gli organismi pastorali e umanitari delle Chiese locali con le quali abbiamo sviluppato negli scorsi anni diversi progetti. Ora intendiamo potenziare l’aiuto a sostegno dello sforzo che le Caritas in Ucraina – grazie anche al coinvolgimento della rete di Caritas Internationalis – stanno esprimendo sin dal 2014, data di inizio della crisi nelle regioni orientali del Paese.

Tetiana Stawnychy, presidente di Caritas Ukraina e don Vyacheslav Grynevych, direttore di Caritas-Spes Ucraina hanno lanciato un accorato appello affinché non siano lasciati soli e Papa Francesco ci ha esortato a «rispondere all’insensatezza della violenza con le armi di Dio».

Abbiamo avviato una raccolta fondi che servirà a contribuire alla fornitura di beni di prima necessità agli organismi pastorali e umanitari delle Chiese locali e supporterà le Caritas dei Paesi limitrofi – Romania, Polonia e Repubblica Moldova – impegnate a favore dei profughi.

SOSTENGA ORA GLI INTERVENTI DELLA RETE CARITAS NEL CONFLITTO IN UCRAINA

Non lasciamo alla guerra l’ultima parola.

Grazie per il suo aiuto

Luciano Gualzetti

Direttore Caritas Ambrosiana

Ps. per maggiori informazioni può chiamare il nostro numero dedicato ai donatori: 02.40703424 dal lunedì al sabato dalle ore 10.00 alle ore 20.00

Pps. Caritas Ambrosiana non raccoglie generi alimentari, coperte, farmaci o qualsiasi altro prodotto da inviare come aiuto umanitario. Non possiamo garantirne la consegna vista la situazione attuale.

https://www.inps.it/prestazioni-servizi/assegno-unico-e-universale-per-i-figli-a-carico

https://prendersicura.caritasambrosiana.it/

Riuso Solidale é un’iniziativa per donare oggetti a chi ne ha bisogno.

“Contro la cultura dell’indifferenza e dello scarto, prendi una posizione e non restare neutrale: l’indifferenza è complice delle ingiustizie. Siamo tutti fratelli” 
Fratelli tutti – Papa Francesco

Nell’ottica di una esperienza collaborativa, sosteniamo un fecondo interscambio fra chi ha e chi ha bisogno. Crediamo nella pedagogia della condivisione, non ci piacciono gli sprechi, ci piace riutilizzare gli oggetti dando loro una seconda vita, abbiamo grande attenzione per l’ambiente in cui viviamo, ma soprattutto amiamo prenderci cura di chi è in difficoltà.

Per maggiori informazioni clicca qui ⇒https://www.riusosolidale.com/ 

per stampa clicca qui

comunicazione servizi caritas

https://www.caritasambrosiana.it/

https://www.caritasambrosiana.it/centri-dascolto/centri-di-ascolto-testi-documenti

“Ciò che possiedo veramente è ciò che so donare. Se non riesco a donare qualcosa è perché quella cosa mi possiede, ha potere su di me e ne sono schiavo” ci ricorda il nostro amatissimo Papa Francesco.

In totale oltre 20.000 persone sono state costrette a chiedere aiuto a Caritas Ambrosiana per mettere qualcosa in tavola nel solo 2021.

E’ a loro che va il nostro progetto dei Regali Solidali di quest’anno con un grande obiettivo: riuscire a raccogliere 10.000 spese alimentari da poter distribuire a Natale e nei mesi successivi.

RICHIESTA PRODOTTI NOVEMBRE 2021

Caritas Gurone,

le scriviamo per segnalarle le nuove iniziative dello Sportello Anania per questo anno sociale e alcune proposte di Enti, associazioni, cooperative sui temi dell’accoglienza dei minori.

–>News dallo Sportello Anania

Per suggerimenti, richieste di approfondimento e informazioni può contattarci facendo “Rispondi” a questa email.

Cordiali saluti

Anania Sportello Affido

Caritas Ambrosiana

Tel. 02.76037.343, martedì, mercoledì e giovedì dalle 9.30 alle 13

anania@caritasambrosiana.it

In collegamento con il Kenya, il Brasile e lo Zambia, abbiamo ascoltato le testimonianze dei responsabili dei progetti che la Diocesi di Milano promuove nelle comunità durante l’Avvento 2021.

Per vedere la registrazione del webinar di presentazione dei progetti di Avvento 2021 può utilizzare questo link.

https://youtu.be/BzHecNrh2Z8

Nella pagina dedicata del sito di Caritas Ambrosiana è possibile scaricare una nuova raccolta di fotografie che può essere liberamente utilizzata nell’attività pastorale di sensibilizzazione e formazione.

https://www.caritasambrosiana.it/cosa-puoi-fare-per-noi/avvento-duemila21

LA CARITAS DI GURONE E’ APERTA IL MERCOLEDI DALLE 15,00 ALLE 17,00

Telefono:  353 434  9551       Mail:  caritas.gurone@gmail.com

MAGAZZINO VESTIARIO

CORRIDOIO INGRESSO

 

 

 

 

 

ex CENTRO DI ASCOLTO ora trasferito al piano terreno della casa parrocchiale

VISTA ESTERNA

 

Permalink link a questo articolo: https://www.parrocchiemalnate.it/caaritas/